Skip navigation
Banner

Contract: Login Login / Search

Per le azioni reali serve il sė dell'assemblea.

Post

Cassazione 19489/2018

La Cassazione conferma il principio per cui le azioni reali aventi ad oggetto cose o parti dell'edificio comune, che non siano atti semplicemente conservativi, ai fini della legittimazione ad agire dell'amministratore, necessitano di delibera assembleare.

Con l'ordinanza n. 19489 del 23 luglio 2018 la Suprema Corte di Cassazione, sez. II civile, ha chiarito come, in materia di condominio, le azioni reali contro i singoli condomini o contro terzi in merito alla titolarità, al contenuto o alla tutela dei diritti reali su cose o parti dell'edificio comune, quando non si tratti di atti meramente conservativi (nel qual caso opera direttamente l'art. 1130 c.c., n. 4) possono essere esperite dall'amministratore solo previa autorizzazione dell'assemblea ex art. 1131 comma 1, adottata con la maggioranza qualificata di cui all'art. 1136 c.c.

StudioCataldi.it
Back to the top
1 guest and 0 members have just viewed this.