Skip navigation
Banner

Contract: Login Login / Search

Cannabis light: un'altra mazzata della Cassazione sui negozi

Post

Cassazione 46236/2019

Dopo le Sezioni Unite un'altra sentenza della Cassazione chiarisce che la cannabis light va sequestrata per verificare se ha effetti psicogeni e se la vendita configura reato.

La sentenza n. 46236/2019 della Cassazione precisa che chi vende derivati dalla coltivazione della cannabis sativa L, commette reato a meno che non si riesca a dimostrare che tali sostanze siano prive di efficacia drogante.

I valori di tolleranza di THC fino a 0,6% indicati dall'art. 4, comma 5, I. n. 242 del 2016 si riferiscono solo al principio attivo presente sulle piante in coltivazione, non al prodotto oggetto di commercio.
Da qui la necessità di procedere al sequestro dei prodotti commercializzati, per verificare se producono effetti psicogeni e se la vendita configura reato.

StudioCataldi.it
Back to the top
1 guest and 0 members have just viewed this.