Skip navigation
Banner

Contract: Login Login / Search

Due euro per ogni giorno di ritardo, nel togliere le foto altrui da Facebook

Post

Tribunale di Bari del 7 Novembre 2019

Per il Tribunale di Bari, chi pubblica foto altrui su Facebook senza il suo consenso preventivo commette un abuso perché viola i suoi diritti alla riservatezza e all'immagine e va condannato per il ritardo nell'eseguire l'ordine di cancellazione.

Il Tribunale di Bari, con la sentenza del 7 novembre 2019  accoglie il ricorso avanzato da un uomo, che chiede che venga ordinata la rimozione delle suo foto e dei suoi figli dal profilo Facebook di una donna che ha frequentato in passato.
Il Tribunale accoglie le richieste del ricorrente poiché pubblicare foto altrui senza il consenso lede i diritti all'immagine e alla riservatezza della persona.

Per questo non solo ordina alla donna, rimasta contumace, le rimozione delle foto dal suo profilo, ma dispone anche l'obbligo di corresponsione di due euro per ogni giorni di ritardo nel dare esecuzione all'ordine di cancellazione.

StudioCataldi.it
Back to the top
1 guest and 0 members have just viewed this.